Ho sempre avuto un debole per Anassagora, un filosofo greco del quinto secolo avanti Cristo. Anassagora, come tutti i filosofi del tempo, cercava di capire quale fosse il principio costituente della realtà. Per Anassagora questo principio non è un singolo elemento naturale, ma una specie di sintesi che li contiene tutti. L’oro, ad esempio, è costituito in prevalenza da semi d’oro, in esso però ci sono anche, in minor quantità, semi di tutte le altre sostanze. L’unione dei semi dà origine alla materia; essa si differenzia solo in base alla diversa qualità e quantità di semi presenti in essa. Secondo questa teoria, quindi, quando mangiamo una cosa, quella cosa contiene già i semi delle parti del corpo umano che andrà ad alimentare e, dato che poi quegli stessi semi finiranno per tornare nella natura, saranno destinati a comporre altre persone e poi altre e poi tutte. Ecco, ora sapete come è possibile che alcuni riescano a essere, in senso stretto, teste di cazzo.

per essere un mondo senza alcun senso, senza scopo e senza redenzione, non si mangia neanche male

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store